SE IL CLIENTE NON PAGA OCCORRE AGIRE PER IL RECUPERO DEL CREDITO

Newsletter del 11 Dicembre 2019

Il buon esito del recupero del credito e dell’azione esecutiva dipende in larga misura dalle informazioni a disposizione del creditore, il quale sceglie il mezzo di esecuzione forzata a seconda dei beni di cui il debitore dispone in quanto titolare di beni mobili, immobili o beni mobili registrati, oppure in quanto soggetto titolare di uno stipendio o di una pensione, oppure in quanto parte di un contratto dal quale scaturiscano fonti di guadagno.

CHE COS’E’ IL PIGNORAMENTO?
Il pignoramento consiste nell'attività necessaria a soddisfare il credito con uno o più beni (mobili oppure immobili) del debitore che vengono venduti all'asta contro la sua volontà e il cui ricavato potrà soddisfarne o meno le sue pretese.

IL TITOLO ESECUTIVO
Per poter dare corso al pignoramento è necessario procurarsi prima un titolo esecutivo (sentenza, decreto ingiuntivo munito della formula esecutiva, titolo), in assenza del quale non è possibile procedere.
In determinate situazioni l’esito del pignoramento potrà consistere nell'assegnazione al creditore di un bene del debitore (ad esempio una somma di denaro depositata presso una banca).

È pertanto fondamentale conoscere nel dettaglio i vari tipi di pignoramento per poter elaborare la miglior strategia di recupero del credito da parte del creditore.

QUALI SONO I TIPI DI PIGNORAMENTO PREVISTI DAL CODICE DI PROCEDURA CIVILE?
In linea generale sono previsti tre tipi di pignoramento:
1) mobiliare;
2) pignoramento presso terzi;
3) immobiliare.

QUALI SONO I PRO E I CONTRO DEI VARI TIPI DI PIGNORAMENTO?

QUANTO COSTA PIGNORARE?
Esistono delle tabelle e dipende molto dal legale a cui ci si rivolge ma, tanto per fare qualche conto, mediamente, per ottenere un titolo esecutivo da decreto ingiuntivo, per un credito di €.2/3.000 occorrono più o meno €.700/800, mentre per un credito di €.6/7.000 occorrono più o meno €.8/900 e per un credito di €.15/20.000 occorrono più o meno €.1.100/1.200. Tutti i valori a cui si fa riferimento devono essere aumentati dell’IVA (22%) e della CPA (la Cassa Avvocati al 4%).

Dopo che si è ottenuto il titolo esecutivo ed il debitore continua a non pagare, è necessario notificare a quest’ultimo un atto di precetto.
Il costo dell’atto dipende molto dal valore del credito che si richiede, ma per gli importi a cui abbiamo fatto riferimento il costo varia intorno a €.2/300.

Muniti di titolo esecutivo e precetto, si può finalmente procedere al pignoramento.

Come detto sopra esistono tre tipi di pignoramento: quello mobiliare, quello immobiliare e il pignoramento presso terzi. L’efficacia, i tempi ed i relativi costi sono differenti l’uno dall'altro.
Per i costi esistono i c.d. scaglioni dei valori che determinano la quota di spese legali da applicarsi a seconda del valore della somma da pignorare: fino a €.1.100; da €.1.101 a €.5.200; da €.5.201 a €.26.000 e così via. Per una più facile comprensione, faremo degli esempi.

I COSTI DEL PIGNORAMENTO MOBILIARE
Per il pignoramento mobiliare i tempi sono abbastanza brevi (qualche mese), ma l’efficacia è sempre molto limitata dato che dipende da ciò che l’Ufficiale Giudiziario trova nella residenza o nel domicilio del debitore e, soprattutto, da quanto si potrà realizzare con la vendita dei beni pignorati. Ad esempio, il costo è di più o meno €.500 per i crediti intorno a €.2/3000, di più o meno €.800 per crediti di €.6/7000, e poco di più per i crediti tra €.15/20.000.

I COSTI DEL PIGNORAMENTO IMMOBILIARE
Per il pignoramento immobiliare il discorso è diverso. I tempi sono più lunghi dato che la procedura è molto lunga e complessa, ma l’efficacia è maggiore. I costi sono superiori dato che la procedura e i tempi sono molto più lunghi e, tanto per dare dei valori, partono da €.1000 a €.1.500/2.000 a salire, ed anche di più a seconda di come si sviluppa tutto l’iter esecutivo, con vendite, incanti, aste e quant'altro.

I COSTI DEL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI
Il pignoramento presso terzi è quello preferibile, se applicabile. Accomuna una tempistica relativamente breve ad una efficacia molto alta. I costi anche qui vanno da €.7/800 a €.1000/1200 per dei crediti da recuperare di livello medio.

CHE COS’E’ E COSA FA LA BUSINESS INFORMATION
La business information consente di monitorare l’affidabilità di tutte le controparti con cui si fa business e di calibrare in maniera vincente sia l’attività di gestione del credito che di recupero dello stesso, nel caso in cui la controparte commerciale non rispetti gli impegni assunti. Anche nel caso di relazioni commerciali che consideriamo consolidate ed immutabili nel tempo. Questo perché le realtà aziendali cambiano velocemente. Affermare di sapere tutto di un’azienda senza compiere nessuna attività di monitoraggio nei suoi confronti anche durante la gestione del credito, può compromettere la sopravvivenza dell’azienda che lo concede.

A CHI È UTILE LA BUSINESS INFORMATION?
La business information è strategica per il Credit Manager nella fase di affidamento e gestione del credito, ma anche per l’Avvocato nel caso in cui debba attivarsi per recuperare il credito ed elaborare la strategia migliore sulla base delle informazioni raccolte sul debitore.


LA BUSINESS INFORMATION DI CHEOPE
Cheope fornisce attraverso il REPORT PATRIMONIALE le informazioni che aiutano professionisti e imprese ad ottenere le informazioni necessarie per il recupero dei crediti.
Il REPORT PATRIMONIALE è un documento informativo che nella prima pagina del rapporto, è in grado di indicare la capacità di rimborso del credito, desunta in funzione della stima dei beni individuati e determinare la “probabilità di recupero del credito".
Si tratta di una valutazione orientativa che consente di pianificare la strategia migliore per attivare o meno eventuali azioni legali ed esecutive.

Ma il REPORT PATRIMONIALE non si ferma qui, consigliando l’utente circa l’azione legale più incisiva da intraprendere, oltre ad effettuare la stima economica dei beni pignorabili del debitore.
Queste informazioni possono essere ottenute solamente da soggetti in possesso di regolare Licenza Investigativa e con una conoscenza approfondita delle tematiche e delle problematiche legate alla gestione del credito.

Per questo il servizio è gestito da Cheope Risk Management, società presente sul mercato dal 1988, che è in grado di assicurare informazioni e dati con un reale valore aggiunto conseguito grazie alla capacità di elaborare notizie acquisite in ambito investigativo per la valutazione dello stato patrimoniale e finanziario dei debitori.

CONTATTACI

Sei interessato ai servizi offerti da Cheope? Compila il form sottostante e verrai ricontattato dal nostro staff.